desolat

31.12.19 amnesia nye

Mercoledì 1 gennaio 2020 (dalle 2 di mattina) l’Amnesia Milano battezza ufficialmente il nuovo anno e il nuovo decennio con una vera e propria maratona musicale –  in collaborazione con Where, Big Family e Shout Out – proponendo i dj set di Marco Faraone (nella foto di Elephant Studio)Neverdogs, B.Converso, Karen Menad, Manuel Parravicini (Big Family), Marc Fabregas (WheRe) e Our Anthem (Shout Out).

Da tantissimi anni protagonista nelle line up dei migliori festival e dei più importanti club del mondo, Marco Faraone è diventato giovanissimo resident al Tenax di Firenze, per poi approdare con le sue produzioni discografiche a label del livello di Desolat, Drumcode e Moon Harbour. E per conoscere davvero i suoi gusti musicali, niente di meglio che ascoltare la sua recente playlist di Spotify, intitolata “Over The Clouds”. Tanti anni insieme a Music On e It’s All About The Music, nel 2018 i Neverdogs hanno lanciato la loro label Bamboleo, con la quale questa estate hanno prodotto il loro primo album “Details”, il modo migliore per festeggiare i loro vent’anni di carriera. Amnesia Milano resident, B.Converso sa sempre proporre set con il raro pregio della coerenza e della imprevedibilità, merito di una conoscenza musicale non comune, certificata da una serie di release per etichette discografiche di livello quali Flash, Hell Yeah, Lapsus e Stil Vor Talent.

Dj parigina d’origine ma ormai milanese d’adozione, Karen Menad è spesso e volentieri in consolle negli eventi di WheRe: i suoi set vengono trasmessi da Ibiza Global Radio. Big Family resident, Manuel Parravini è solito presentare selezioni musicali nei quali si si spazia attraverso più generi e diramazioni dell’elettronica, sempre e soltanto all’insegna della qualità, sia nella scelta che nel mixaggio. Marc Fabregas (WheRe) ha saputo condividere la console con artisti del calibro di Art Department, Lee Foss e Soul Clap, così come ha suonato agli afterparty delle recenti serate al Fabrique con Solomun, Peggy Gou e Seth Troxler. Our Anthem (Shout Out) è un progetto tutto milanese, che ha radici hip hop e house e che si è poi diretto verso sonorità più deep e techno; sono titolari della label Shoefiti e ideatori del party Shout Out.

Mercoledì 1 gennaio 2020 A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Golden Age.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

Marco Faraone - foto di Elephant Studio

Mercoledì 1 gennaio 2020 (dalle 2 di mattina) l’Amnesia Milano battezza ufficialmente il nuovo anno e il nuovo decennio con una vera e propria maratona musicale –  in collaborazione con Where, Big Family e Shout Out – proponendo i dj set di Marco Faraone (nella foto di Elephant Studio), Neverdogs, B.Converso, Karen Menad, Manuel Parravicini (Big Family), Marc Fabregas (WheRe) e Our Anthem (Shout Out).

Da tantissimi anni protagonista nelle line up dei migliori festival e dei più importanti club del mondo, Marco Faraone è diventato giovanissimo resident al Tenax di Firenze, per poi approdare con le sue produzioni discografiche a label del livello di Desolat, Drumcode e Moon Harbour. E per conoscere davvero i suoi gusti musicali, niente di meglio che ascoltare la sua recente playlist di Spotify, intitolata “Over The Clouds”. Tanti anni insieme a Music On e It’s All About The Music, nel 2018 i Neverdogs hanno lanciato la loro label Bamboleo, con la quale questa estate hanno prodotto il loro primo album “Details”, il modo migliore per festeggiare i loro vent’anni di carriera. Amnesia Milano resident, B.Converso sa sempre proporre set con il raro pregio della coerenza e della imprevedibilità, merito di una conoscenza musicale non comune, certificata da una serie di release per etichette discografiche di livello quali Flash, Hell Yeah, Lapsus e Stil Vor Talent.

Dj parigina d’origine ma ormai milanese d’adozione, Karen Menad è spesso e volentieri in consolle negli eventi di WheRe: i suoi set vengono trasmessi da Ibiza Global Radio. Big Family resident, Manuel Parravini è solito presentare selezioni musicali nei quali si si spazia attraverso più generi e diramazioni dell’elettronica, sempre e soltanto all’insegna della qualità, sia nella scelta che nel mixaggio. Marc Fabregas (WheRe) ha saputo condividere la console con artisti del calibro di Art Department, Lee Foss e Soul Clap, così come ha suonato agli afterparty delle recenti serate al Fabrique con Solomun, Peggy Gou e Seth Troxler. Our Anthem (Shout Out) è un progetto tutto milanese, che ha radici hip hop e house e che si è poi diretto verso sonorità più deep e techno; sono titolari della label Shoefiti e ideatori del party Shout Out.

Mercoledì 1 gennaio 2020 A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Golden Age.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

amnesia banner feb 2019

Sabato 2 febbraio 2019 un autentico professore dell’elettronica sale in cattedra all’Amnesia Milano: Davide Squillace (nella foto). Un titolo maturato sul campo, nelle migliori consolle e nei più importanti festival del pianeta e che lo ha portato ad impartire una masterclass in sound design & music production tips, disponibile on line per chi voglia apprendere i fondamentali della materia. Resident al Circoloco in Ibiza dal 2007, Squillace ha una discografia di altissimo profilo, basti pensare alle sue release per label quali Desolat, Minus, Hot Creations, Cadenza, Ovum e per la sua etichetta This and That.

Sabato 2 febbraio Davide Squillace è affiancato da Richy Ahmed e Stefano Di Miceli. Ahmed arriva all’Amnesia fresco reduce dal suo tour in Australia e in Asia, tra i dj selezionati dal Circoloco per il suo primo tour nel Far East. Per la sua label ha scelto il nome Four Thirty Two, in onore della frequenza 432 Hz, la cosiddetta accordatura aurea, la stessa usata da Mozart e Pink Floyd. Di Miceli è resident all’Amnesia dal 2012; le sue selezioni sono sempre attente a creare la giusta atmosfera, con la rara capacità di intuire quando sia il momento di dare una svolta ai suoi set e alle sue serate.

Sabato 2 febbraio A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Boiler Night. In consolle Liquid (Boiler Night Records), Giuseppe Russo (Boiler Night Records), Triple P Dj & Gianni M (Crazy People), Smoon (Absolute Techno / RSB) e Dario Silva (Karambula Records).

Dopo Davide Squillace, gli altri guest in calendario all’Amnesia Milano sono Amelie Lens (sabato 9), CamelPhat (sabato 16) e Charlotte de Witte (sabato 23)

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

 

davide squillace bn 1200x800

Sabato 2 febbraio 2019 un autentico professore dell’elettronica sale in cattedra all’Amnesia Milano: Davide Squillace (nella foto). Un titolo maturato sul campo, nelle migliori consolle e nei più importanti festival del pianeta e che lo ha portato ad impartire una masterclass in sound design & music production tips, disponibile on line per chi voglia apprendere i fondamentali della materia. Resident al Circoloco in Ibiza dal 2007, Squillace ha una discografia di altissimo profilo, basti pensare alle sue release per label quali Desolat, Minus, Hot Creations, Cadenza, Ovum e per la sua etichetta This and That.

Sabato 2 febbraio Davide Squillace è affiancato da Richy Ahmed e Stefano Di Miceli. Ahmed arriva all’Amnesia fresco reduce dal suo tour in Australia e in Asia, tra i dj selezionati dal Circoloco per il suo primo tour nel Far East. Per la sua label ha scelto il nome Four Thirty Two, in onore della frequenza 432 Hz, la cosiddetta accordatura aurea, la stessa usata da Mozart e Pink Floyd. Di Miceli è resident all’Amnesia dal 2012; le sue selezioni sono sempre attente a creare la giusta atmosfera, con la rara capacità di intuire quando sia il momento di dare una svolta ai suoi set e alle sue serate.

Sabato 2 febbraio A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Boiler Night. In consolle Liquid (Boiler Night Records), Giuseppe Russo (Boiler Night Records), Triple P Dj & Gianni M (Crazy People), Smoon (Absolute Techno / RSB) e Dario Silva (Karambula Records).

Dopo Davide Squillace, gli altri guest in calendario all’Amnesia Milano sono Amelie Lens (sabato 9), CamelPhat (sabato 16) e Charlotte de Witte (sabato 23)

more info: www.amnesiamilano.com

spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

luca agnelli 900x600

Negli ultimi anni, pochi dj hanno saputo sperimentare e rinnovarsi come Luca Agnelli, ospite speciale all’Amnesia Milano venerdì 7 dicembre 2018, per un prefestivo di gran lusso realizzato in collaborazione con Youth Milano, Space Milano e Sincronie.

Luca Agnelli sa sempre porsi nuovi obbiettivi e darsi nuovi stimoli. Lo dimostrano i suoi set in giro per il mondo, i suoi remix e le sue produzioni musicali; basti pensare alla sua etichetta discografica Etruria Beat, che ha appena festeggiato la sua 50esima release con nuovi remix di 2 “7 O’ Clock”, il brano che nel 2010 diede il via all’avventura dell’etichetta discografica toscana. In questi anni Agnelli è continuato a crescere, a confrontarsi con le console di tutto il mondo e con il suo pubblico, con il quale condivide da tempo un’apprezzatissima diretta Facebook tutti i lunedì sera. Venerdì 7 dicembre Luca Agnelli è affiancato da Alex Rubia & Maiki, duo milanese capace di attirare le attenzioni di Desolat, la label di Loco Dice, e Wise, che si presenta all’Amnesia pochi giorni dopo l’uscita del Ep Ghetto (Fine Beats Records).

Venerdì 7 dicembre 2018 A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Game Over.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

loco dice @ fabrique 09.11.18

Dopo il sold out con Mladen Solomunvenerdì 9 novembre 2018 Amnesia Milano, Loud Contact e Sincronie tornano per il loro secondo appuntamento stagionale al Fabrique di Milano con un altro titano della consolle: Loco Dice.

Pochi dj al mondo posseggono la fisicità, l’energia e il carisma di Yassine Ben Achour, in arte Loco Dice, uno dei pochi protagonisti del variegato universo della musica elettronica sempre capace di mettersi in discussione. Lo dimostra ad esempio il suo ultimo album, “Love Letters”, uscito questa estate su Desolat, l’etichetta discografica creata nel 2007 da Dice stesso insieme a Martin Buttrich; l’ennesima dimostrazione del suo eclettismo e della sua capacità di spiazzare sempre tutti quanti. Loco Dice è stato tra i primissimi dj ad avvicinare se non abbattere i confini tra house e techno, così come ha non mai dimenticato né tantomeno rinnegato le sue origini hip hop. Tutto questo spiega soltanto in parte perché piaccia così tanto ad un pubblico così trasversale.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

loco_dice_webres_900x600

Dopo il sold out con Mladen Solomun, venerdì 9 novembre 2018 Amnesia Milano, Loud Contact e Sincronie tornano per il loro secondo appuntamento stagionale al Fabrique di Milano con un altro titano della consolle: Loco Dice.

Pochi dj al mondo posseggono la fisicità, l’energia e il carisma di Yassine Ben Achour, in arte Loco Dice, uno dei pochi protagonisti del variegato universo della musica elettronica sempre capace di mettersi in discussione. Lo dimostra ad esempio il suo ultimo album, “Love Letters”, uscito questa estate su Desolat, l’etichetta discografica creata nel 2007 da Dice stesso insieme a Martin Buttrich; l’ennesima dimostrazione del suo eclettismo e della sua capacità di spiazzare sempre tutti quanti. Loco Dice è stato tra i primissimi dj ad avvicinare se non abbattere i confini tra house e techno, così come ha non mai dimenticato né tantomeno rinnegato le sue origini hip hop. Tutto questo spiega soltanto in parte perché piaccia così tanto ad un pubblico così trasversale.

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.amnesiamilano.com

cuartero 900x600

L’Amnesia Milano gioca sempre all’attacco, anche e soprattutto quando schiera un tridente dalle spiccate attitudini offensive come quello che entra in campo pardon in consolle giovedì 7 dicembre 2017 e composto da Cuartero, Hector Couto e Stefano Di Miceli. Cuartero (nella foto di Pedro Jaen) torna all’Amnesia pochi giorni dopo il lancio del suo nuovo progetto discografico Cuartero Concept: produzioni esclusivamente in vinile, volutamente underground, autentico lato B di un artista capace negli anni di uscire con label quali Desolat, Hot Creations e Moon Harbour. Hector Couto non è da meno, altrettanto meticoloso nell’alternare tracce di grande impatto sulla pista a selezioni che consentano di scoprire nuovi talenti e nuove sonorità, sempre con la massima attenzione ed il massimo rispetto per le radici della musica elettronica. Stefano Di Miceli, Amnesia Milano resident, garantisce sempre più set di gran qualità: il dj ideale per un club come l’Amnesia, dove ci si ritrova ogni sabato perché ci si sente come a casa propria.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

tINI__2017_900_600

Sabato 11 novembre 2017 all’Amnesia Milano torna una delle indiscusse regine della musica elettronica mondiale: tINI, tedesca tutta di un pezzo che già a sette anni suonava le percussioni con una naturalezza incredibile. Dopo varie escursioni nel grunge e nell’hip hop, l’approdo alla musica elettronica è stato inevitabile: nel 2003 le prime residenze nella natia Monaco, negli anni successivi l’ingresso in Desolat e nelle migliori location ibizenche e soprattutto il salto di qualità definitivo con il suo primo album “That’s right”. Grande attesa quindi sia per il suo ritorno all’Amnesia sia per il nuovo singolo “In Love And Shade”, traccia di debutto per la sua nuova label.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

Yaya 2017 lowres

Sabato 4 novembre 2017 l’Amnesia Milano ritrova due vecchi amici, sia della propria consolle sia del proprio pubblico, Yaya e B.Converso. Yaya (nella foto) è regular guest dell’Amnesia da diversi anni, così come dal 2009 fa parte della crew di Desolat, voluto in squadra da Loco Dice in persona: la sua è una musica elettronica dalla ritmica assai potente, con richiami afro alquanto percussivi. Dal fabric di Londra al Watergate di Berlino, senza dimenticare le più importanti location ibizenche, in questi anni Yaya non si è fatto mancare nulla. B.Converso, Amnesia Milano resident, sa essere sempre sorprendente nelle sue selezioni musicali; producer e remixer di lungo corso, vanta release per etichette discografiche quali Flash, Hell Yeah, Lapsus e Still Vor Talent.

more info: www.amnesiamilano.com

spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews