amsterdam dance event

banner strakton dic 18

Tre nuove release per Strakton Records, che così saluta nel migliore dei modi il 2018, un anno che ha visto i suoi artisti protagonisti tra Ibiza, Amsterdam e Las Vegas.

Basti pensare alla partecipazione dei suoi artisti a GangStar, la serata di Cathy Guetta in programma tutti i lunedì di questa estate all’ Ibiza, alla presentazione della compilation Quaalude 2018 (Strakton Records) all’Amsterdam Dance Event e al set del dj e producer italiano Federico KAY all’Omnia di Las Vegas, dove KAY (nella foto) ha suonato al party After di Universal Music Latin Entertainment, una delle feste più esclusive durante la notte dei Latin GRAMMY Awards®.

In attesa di rivelare tutte le novità Strakton per l’anno prossimo, ecco le tre release di dicembre: “Terror” di Lucky Francis, all’esordio con la label di KAY: fiati potenti e un crescendo più che esplosivo; l’EP “Visions” di Bastian Velasco, dj e producer colombiano capace di mostrare sia il lato A che il lato B della techno; “Bluesynth” di Veleno, brano techno dagli effetti distorsivi, in grado di andare subito a segno.

more info: https://straktonrecords.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

KAY in consolle dicembre 2018

Tre nuove release per Strakton Records, che così saluta nel migliore dei modi il 2018, un anno che ha visto i suoi artisti protagonisti tra Ibiza, Amsterdam e Las Vegas.

Basti pensare alla partecipazione dei suoi artisti a GangStar, la serata di Cathy Guetta in programma tutti i lunedì di questa estate all’ Ibiza, alla presentazione della compilation Quaalude 2018 (Strakton Records) all’Amsterdam Dance Event e al set del dj e producer italiano Federico KAY all’Omnia di Las Vegas, dove KAY (nella foto) ha suonato al party After di Universal Music Latin Entertainment, una delle feste più esclusive durante la notte dei Latin GRAMMY Awards®.

In attesa di rivelare tutte le novità Strakton per l’anno prossimo, ecco le tre release di dicembre: “Terror” di Lucky Francis, all’esordio con la label di KAY: fiati potenti e un crescendo più che esplosivo; l’EP “Visions” di Bastian Velasco, dj e producer colombiano capace di mostrare sia il lato A che il lato B della techno; “Bluesynth” di Veleno, brano techno dagli effetti distorsivi, in grado di andare subito a segno.

 SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: https://straktonrecords.com

quaalude compilation ott 2018

Si intitola Quaalude 2018 la nuova compilation di Strakton Records, in uscita in formato digitale mercoledì 17 ottobre. Si tratta della 100esima release per l’etichetta discografica inglese, che così si fa trovare pronta, prontissima per l’edizione 2018 dell’Amsterdam Dance Event, il più importante raduno mondiale per professionisti ed appassionati di musica elettronica, in calendario nella città olandese proprio da mercoledì 17 a domenica 21 ottobre. Quaalude 2018 è composta da tredici tracce, che alternano house e techno con le giuste modalità: tutti gli artisti coinvolti vantano già precedenti produzioni con Strakton Records, l’etichetta discografica creata nel 2017 dal dj e producer Federico Kay (nella foto), capace in pochissimo tempo di raggiungere diversi piazzamenti nelle chart, negli streaming e nelle visualizzazioni di mercati di tutto il mondo, spaziando attraverso tutti i generi che caratterizzano e contraddistinguono la musica elettronica.

more info: https://straktonrecords.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

federico kay @ gangstar closing season party 900x600

Si intitola Quaalude 2018 la nuova compilation di Strakton Records, in uscita in formato digitale mercoledì 17 ottobre. Si tratta della 100esima release per l’etichetta discografica inglese, che così si fa trovare pronta, prontissima per l’edizione 2018 dell’Amsterdam Dance Event, il più importante raduno mondiale per professionisti ed appassionati di musica elettronica, in calendario nella città olandese proprio da mercoledì 17 a domenica 21 ottobre. Quaalude 2018 è composta da tredici tracce, che alternano house e techno con le giuste modalità: tutti gli artisti coinvolti vantano già precedenti produzioni con Strakton Records, l’etichetta discografica creata nel 2017 dal dj e producer Federico Kay (nella foto), capace in pochissimo tempo di raggiungere diversi piazzamenti nelle chart, negli streaming e nelle visualizzazioni di mercati di tutto il mondo, spaziando attraverso tutti i generi che caratterizzano e contraddistinguono la musica elettronica.

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.straktonrecords.com

TALE_OF_US_Afterlive_2017_900_600

Ibiza, Barcellona, Amsterdam, Londra e Milano. Afterlife si conferma sempre più un viaggio musicale planetario, con poche e selezionate location dove approdare, dal Privilege di Ibiza al Sónar Off, dall’Amsterdam Dance Event al Fabrique di Milano, dove si celebra la sua première italiana venerdì 17 novembre 2017, con la musica di Tale Of Us (nella foto), Recondite (live) e Tijana T. I Tale Of Us proseguono nella loro crescita e nelle loro esplorazioni inarrestabili: a settembre sono stati i primi dj a proporre uno show case di musica elettronica nella Gotham Hall di New York, al 1356 di Broadway, così come il loro album di debutto “Endless” è uscito nientemeno che su Deutsche Grammophon. L’edizione milanese di Afterlife è organizzata da Amnesia Milano, in collaborazione con Loud Contact e Sincronie.

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.amnesiamilano.com

 

Afterlife Milan-spadaronews

Ibiza, Barcellona, Amsterdam, Londra e Milano. Afterlife si conferma sempre più un viaggio musicale planetario, con poche e selezionate location dove approdare, dal Privilege di Ibiza al Sónar Off, dall’Amsterdam Dance Event al Fabrique di Milano, dove si celebra la sua première italiana venerdì 17 novembre 2017, con la musica di Tale Of Us (nella foto)Recondite (live) e Tijana T. I Tale Of Us proseguono nella loro crescita e nelle loro esplorazioni inarrestabili: a settembre sono stati i primi dj a proporre uno show case di musica elettronica nella Gotham Hall di New York, al 1356 di Broadway, così come il loro album di debutto “Endless” è uscito nientemeno che su Deutsche Grammophon. L’edizione milanese di Afterlife è organizzata da Amnesia Milano, in collaborazione con Loud Contact e Sincronie.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook : www.facebook.com/spadaronews

 

why we dj documentary

‘Why We DJ – Slaves To The Rhythm’ è il titolo del nuovo documentario realizzato dal portale Djsounds, presentato in anteprima durante l’edizione 2017 dell’Amsterdam Dance Event. 39 minuti che esplorano il rovescio della medaglia della fantastiva vita dei dj: i viaggi, le ore di sonno perse, le rinunce e gli stress, tutto quanto amplificato nel terzo millennio dall’esposizione costante e quasi inevitabile causata dai Social Network. Un prezzo più che ragionevole da pagare per chiunque abbia saputo trasformare una passione in un lavoro, ma che non fa sconti a nessuno e comporta conseguenze sia personali che familiari da non trascurare. Tra i tanti artisti intervistati nel documentario, Carl Cox, Luciano, Seth Troxler, Erick Morillo e Pete Tong. Assai interessante la testimonianza della dottoressa Alinka Greasley, Professoressa Associata di Psicologia Musicale all’Università di Leeds, in Gran Bretagna, che racconta degli effetti sulla salute fisica e mentale causati dallo stile di vita dei dj. Un documentario realizzato con criteri giornalistici, con molte interviste messe a confronto, senza fronzoli e soprattutto senza inutili digressioni fini a se stesse. Troppo spesso molti articoli e reportage fanno pensare a quello che disse Dino Risi a proposito delle opere di Nanni Moretti: “Scansati e fammi vedere il film”.

more info: www.djsounds.com

spadaronews facebook: www.facebook.com/spadaronews