amnesia milano

derrick may webres

Se la techno sta godendo come non mai di ottima salute, significa che le fondamenta poste alle origini dai suoi padri fondatori erano più che solide. Merito di autentici visionari, capaci come pochi artisti nella storia di vedere e sentire prima degli altri quello che ancora non c’era. Merito di leggende viventi come Derrick May, ospite speciale all’Amnesia Milano sabato 19 gennaio 2019, per il primo appuntamento annuale con Big Family.

 Classe 1963, nato a Detroit, Derrick May è stato uno dei primi dj americani capace di imporsi in Europa, dove suona con grande regolarità in poche e determinate location. La sua è una storia nata negli anni ottanta, quando iniziò a meritarsi la definizione di “Miles Davis della Techno”, creando insieme Juan Atkins e Kevin Saunderson il trio delle meraviglie denominato Deep Space Soundworks. Sabato 19 gennaio Derrick May è affiancato da Manuel Parravicini (Big Family resident), i cui set miscelano con naturalezza house, techno e minimal.

Sabato 19 gennaio 2019 A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Game Over. In consolle Marco De Stefano b2b Vise, ATK, Marco Gadda, Trovato e Andrea Giungo.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: https://www.facebook.com/spadaronews

January 2019 AMN - spadaronews-01

Ritmo, spazialità e profondità. Concetti esplorati nella loro essenza già dai filosofi dell’Antica Grecia e che nei tempi moderni si declinano in modalità sempre più variegate; ritualismi ben determinati che sanno esaltarsi nei club in grado di calibrare ogni causa ed ogni effetto. Concetti che l’Amnesia Milano è pronta a ribadire con sempre maggior intensità anche nel 2019, con le sue serate, i suoi dj e i suoi lighting show.

Detflef, Derrick May, Pirupa e Luigi Madonna i guest di gennaio, Davide SquillaceAmelie Lens, CamelPhatTale Of Us e Charlotte de Witte quelli di febbraio. Il 2019 – secondo autorevoli climatologi – sarà l’anno più caldo di sempre. All’Amnesia Milano le temperature iniziano a salire sin dalle prime serate dell’anno, senza indugio alcuno.

foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

amnesia milano dancefloor 2018 1200x800

Ritmo, spazialità e profondità. Concetti esplorati nella loro essenza già dai filosofi dell’Antica Grecia e che nei tempi moderni si declinano in modalità sempre più variegate; ritualismi ben determinati che sanno esaltarsi nei club in grado di calibrare ogni causa ed ogni effetto. Concetti che l’Amnesia Milano è pronta a ribadire con sempre maggior intensità anche nel 2019, con le sue serate, i suoi dj e i suoi lighting show.

Detflef, Derrick May, Pirupa e Luigi Madonna i guest di gennaio, Davide Squillace, Amelie Lens, CamelPhatTale Of Us e Charlotte de Witte quelli di febbraio. Il 2019 – secondo autorevoli climatologi – sarà l’anno più caldo di sempre. All’Amnesia Milano le temperature iniziano a salire sin dalle prime serate dell’anno, senza indugio alcuno.

foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.amnesiamilano.com

 

solardo @ amnesia milano crediti Lagarty Photo - Gabriele Canfora 900x600

L’Amnesia Milano accoglie il solstizio di inverno con gli ultimi due ospiti del 2018: i Solardo (sabato 22 dicembre) e Ilario Alicante (martedì 25).

In brevissimo tempo, i Solardo (nella foto) sono stati capaci di un’ascesa sia rapida che costante, al punto da riuscire a suonare in festival trasversali e diversissimi tra loro quali Glastonbury, Movement a Detroit e EDC a Las Vegas. Mark Richards & James Eliot aka Solardo sono originari di Manchester, città che come poche altre ha dato così tanto alla storia del clubbing, basti pensare all’Hacienda e a quello che ha rappresentato sin dagli anni ottanta; vincitori dei Best of British di DJ Mag sia nel 2016 (Best Breakthrough DJs) che nel 2017 (Best Duo), sono stati in nomination anche quest’anno con la loro label Solä (categoria Breakthrough Label). Sempre attivi, sempre in movimento, i Solardo hanno appena remixato ‘Drive’ di Black Coffee & David Guetta featuring Delilah Montagu, ad ulteriore conferma della loro trasversalità.

Martedì 25 dicembre all’Amnesia va in scena un grande classico: Ilario Alicante allnightlong, una vera e propria maratona musicale con il dj toscano Alicante protagonista dal primo all’ultimo disco. Un appuntamento che ormai rappresenta un must, il modo migliore per concludere un’annata che ha confermato l’Amnesia Milano un vero e proprio “The Club To Be”, un ritrovo dove esserci a prescindere. E Come per l’Amnesia Milano, anche per Ilario Alicante il 2018 è stato molto positivo; basti pensare alla sua vittoria ai Dj Awards di Ibiza, nella categoria dedicata ai migliori dj techno, così come il video con la sua storia pubblicato sulla pagina Facebook di Rai 2 è diventato subito virale.

Foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo

more info: www.amnesiamilano.com

spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

AndreaOliva_Amnesia Milano_900x600

Sabato 15 dicembre 2018 l’Amnesia Milano ospita uno degli indiscussi re di Ibiza: Andrea Oliva (nella foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo) dal 2013 capace di imporsi sull’isla con il suo party ANTS, in calendario tutti i sabato sera all’Ushuaïa, da dove poi ha spiccato il volo per svolgersi in tutto il mondo, da Londra a New York, da Hong Kong a Dubai e Milano, dove è approdato questa estate al Social Music City. Andrea Oliva è un autentico top player, uno dei pochissimi dj capaci di spostare gli equilibri in un party, in una serata, in un festival; lo dimostrano i suoi set in festival quali Tomorrowland e Kappa Futur Festival, negli Essential Mix di BBC Radio 1 e nelle boiler room; lo dimostrano le sue release per etichette quali Hot Creations, Desolat e Knee Deep. Il suo eclettismo è proverbiale, e la sua serata all’Amnesia Milano non potrà che ribadirlo.

Sabato 15 dicembre Andrea Oliva è affiancato da wAFF e Frank Storm. Autore di remix per Groove Armada, Fur Coat, Hot Since 82 e Mike Gill featuring Robert Owens, l’inglese wAFF si intende a meraviglia con Andrea Oliva, con il quale ha dato vita ad epici back-to-back, spesso e volentieri in quel di Ibiza. Sempre a Ibiza e soprattutto all’Amnesia Milano è di casa Frank Storm; merito della sua techno energica ed elegante allo stesso tempo, che lo ha fatto entrare nel circuito ristretto dei dj che non tradiscono mai la propria missione, ovvero far ballare e far divertire il pubblico presente. Un compito meno semplice di quello che a volte si pensa e si crede.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

 

luca agnelli 900x600

Negli ultimi anni, pochi dj hanno saputo sperimentare e rinnovarsi come Luca Agnelli, ospite speciale all’Amnesia Milano venerdì 7 dicembre 2018, per un prefestivo di gran lusso realizzato in collaborazione con Youth Milano, Space Milano e Sincronie.

Luca Agnelli sa sempre porsi nuovi obbiettivi e darsi nuovi stimoli. Lo dimostrano i suoi set in giro per il mondo, i suoi remix e le sue produzioni musicali; basti pensare alla sua etichetta discografica Etruria Beat, che ha appena festeggiato la sua 50esima release con nuovi remix di 2 “7 O’ Clock”, il brano che nel 2010 diede il via all’avventura dell’etichetta discografica toscana. In questi anni Agnelli è continuato a crescere, a confrontarsi con le console di tutto il mondo e con il suo pubblico, con il quale condivide da tempo un’apprezzatissima diretta Facebook tutti i lunedì sera. Venerdì 7 dicembre Luca Agnelli è affiancato da Alex Rubia & Maiki, duo milanese capace di attirare le attenzioni di Desolat, la label di Loco Dice, e Wise, che si presenta all’Amnesia pochi giorni dopo l’uscita del Ep Ghetto (Fine Beats Records).

Venerdì 7 dicembre 2018 A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Game Over.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

neverdogs @ amnesia milano 900x600

Talento, passione e tecnica sono le caratteristiche che contraddistinguono i dj in grado di fare la differenza. Caratteristiche che appartengono pienamente ai Neverdogs, ospiti speciali dell’Amnesia Milano sabato 01 dicembre 2018.

L’avventura musicale dei Neverdogs è cominciata all’inizio del terzo millennio: tanti i loro momenti importanti, dalla residenza al The Egg di Londra nel 2005 all’apertura della loro nuova etichetta discografica Bamboleo Records di quest’anno: nel mezzo le serate a Music On (la one-night di Marco Carola all’Amnesia di Ibiza), i tour mondiali in Asia e nelle Americhe e tanto altro ancora.

Sabato 01 dicembre 2018 i Neverdogs sono affiancati dalla parigina Karen Menad, che torna all’Amnesia dopo il suo set dello scorso 13 ottobre insieme a Claptone; i suoi set sono spesso protagonisti negli eventi di WheRe, che collabora ufficialmente al party di questo sabato all’Amnesia.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

 

marco faraone 2018 900x600

Sabato 24 novembre 2018 arriva all’Amnesia Milano uno dei dj italiani più apprezzati nel panorama mondiale della musica elettronica: Marco Faraone, che torna nel locale milanese con uno dei suoi proverbiali extended set.

Marco Faraone sta concludendo un 2018 assolutamente spettacolare, caratterizzato in particolare dal suo debutto al fabric di Londra e dalla recentissima release di “Lunar Eclipse”, uscita lo scorso ottobre su Drumcode, l’etichetta discografica di Adam Beyer. Faraone arriva all’Amnesia subito dopo il suo tour sudamericano, che ad inizio novembre lo vede protagonista in Argentina, Uruguay, Cile e Colombia.

Sabato 24 novembre 2018 A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Nu House Club ‘Golden Age’. In console Andrea Corsari, Dip Noise, 40 Boys e Misticfool.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

Press_Photo_Undercatt_900x600

Sabato 17 novembre 2018 console tutta italiana all’Amnesia Milano, grazie alla musica e alle selezioni di Undercatt (nella foto), Pôngo (live) e Stefano Di Miceli. L’Amnesia Milano è un club da sempre attento a valorizzare i talenti tricolori, troppo spesso costretti a trovare all’estero quei riconoscimenti che nella nazione d’origine tendono ad arrivare un po’ troppo tardi.

Luca Luperini e Elia Crecchi aka Undercatt fanno parte da anni a pieno titolo della crew di Diynamic, l’etichetta discografica di Mladen Solomun, con il quale condividono serate e festival in tutto il mondo, da Ibiza ad Amsterdam, da Berlino ad Istanbul. Tra le loro ultime release, spicca l’eccellente “Britannia” brano uscito ovviamente su Diynamic. I fratelli Giovanni e Daniele Bruni aka Pôngo propongono un live elettronico di rara eleganza, grazie ad un background che attinge a radici rock, soul, house e techno. Stefano Di Miceli suona all’Amnesia Milano dal 2012: rigorosamente fedele ai dischi in vinile, nel 2017 ha creato l’etichetta discografica Wats Records, dove sia house che techno trovano sempre lo spazio più adeguato. E non potrebbe essere altrimenti.

Sabato 17 novembre 2018 A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Game Over. In console Manuel V, Andres JT b2b Dieghito, Vise, Pol b2b Dijo e Friends Cortese & Fra G.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

loco dice @ fabrique 09.11.18

Dopo il sold out con Mladen Solomunvenerdì 9 novembre 2018 Amnesia Milano, Loud Contact e Sincronie tornano per il loro secondo appuntamento stagionale al Fabrique di Milano con un altro titano della consolle: Loco Dice.

Pochi dj al mondo posseggono la fisicità, l’energia e il carisma di Yassine Ben Achour, in arte Loco Dice, uno dei pochi protagonisti del variegato universo della musica elettronica sempre capace di mettersi in discussione. Lo dimostra ad esempio il suo ultimo album, “Love Letters”, uscito questa estate su Desolat, l’etichetta discografica creata nel 2007 da Dice stesso insieme a Martin Buttrich; l’ennesima dimostrazione del suo eclettismo e della sua capacità di spiazzare sempre tutti quanti. Loco Dice è stato tra i primissimi dj ad avvicinare se non abbattere i confini tra house e techno, così come ha non mai dimenticato né tantomeno rinnegato le sue origini hip hop. Tutto questo spiega soltanto in parte perché piaccia così tanto ad un pubblico così trasversale.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

1 2 3 18