Festival

rimini beach arena mediares

Un nuovo spazio suggestivo, con una programmazione musicale di primo piano. Con Rimini Beach Arena un’area di oltre 10mila metri quadrati si presenta come una delle più importanti novità estive italiane, pronta a dare il suo primo contributo all’opera di rigenerazione urbana che sta iniziando a coinvolgere le ex colonie romagnole, nel caso specifico la zona in quel di Miramare dove dal 1932 al 1977 fu operativa la Colonia Bolognese.

La programmazione musicale di Rimini Beach Arena concentra gli eventi dal 20 luglio al 16 agosto 2019, con una line up caratterizzata dai live dei migliori artisti italiani urban e da una serie di dj protagonisti dei più importanti festival di musica elettronica.

Gli artisti in calendario a Rimini Beach Arena?

Sabato 20 luglio: Capo Plaza, Dark Polo Gang e Gabry Ponte

Sabato 27 luglio: Izi e Timmy Trumpet

Sabato 3 agosto: Anastasio, Alok e Burak Yeter

Sabato 10 agosto: Achille Lauro e Afrojack

Martedì 13 agosto: Boomdabash e Steve Aoki 

Mercoledì 14 agosto: Don Diablo e Gigi D’Agostino

Venerdì 16 agosto: Random, una festa a caso 

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.riminibeacharena.it

joseph capriati @ social music city 2018

Un invito davvero speciale, quello di sabato 13 luglio 2019 al Social Music City. Merito di Joseph Capriati invites, che torna con tutta la sua energia e la sua qualità sonora, dopo il grande successo al Social dello scorso anno.

Joseph Capriati invites si celebra in poche e selezionate circostanze, in realtà dal profilo internazionale come Sónar Off, Destino Ibiza, Awakenings Amsterdam e ovviamente Social Music City. Un format unico nel suo genere, dove si alternano solanto autentici pesi massimi della consolle e autentici campioni di resistenza: Capriati in primis, capace lo scorso aprile di suonare per 27 ore e 40 minuti consecutivi (!!!). Il suo record precedente? 25 ore, stabilito nel 2017 a Miami.

Adam Beyer, Modeselektor e Gianni Callipari sono gli invitati speciali al Social Music City di sabato 13 luglio. Adam Beyer è un gigante delle techno, sia dal punto di vista fisico che soprattutto musicale; con la sua etichetta discografica Drumcode continua a dare lezioni a tutto il mondo, anche e soprattutto con l’omonimo radio show che ogni settimana viene diffuso in oltre 50 nazioni. Esperienza, una profonda conoscenza di se stessi e un pizzico di sana follia: questi i tratti distintivi dei tedeschi Modeselektor, il cui ultimo album “Who Else” (Monkeytown Records) arricchisce un percorso iniziato tanti anni addietro e che li ha portati ad essere tra le realtà musicale più amate e apprezzate da un certo Thom Yorke, basti pensare alla loro produzione comune “Shipwreck”, uscita nel 2011. Gianni Callipari è resident al club Nordstern di Basilea, autentico laboratorio musicale dove passano sempre quasi tutti i migliori dj di casa al Social Music City: le sue performance sono sempre alquanto apprezzate sia dal pubblico che dagli addetti ai lavori.

A seguire, come sempre, canonico aftershow all’Amnesia Milano. In consolle Joseph Capriati e Gianni Callipari.

more info: www.socialmusiccity.it

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

 

Molo Street Parade 2019 webres

Sabato 29 giugno 2019 oltre 100mila persone si sono radunate al Porto di Rimini per l’ottava edizione della Molo Street Parade, tra area a pagamento, Molo Eat Parade e le aree dei food truck e dell’intrattenimento per anziani e famiglie. La conferma di un brand dalla forza intrinseca, che per la prima volta prevedeva l’ingresso a pagamento e l’assenza di contributi pubblici, capace così di confermarsi come uno degli eventi clou dell’estate riminese.

“Esprimo massima soddisfazione per questo risultato – afferma Lucio Paesani, Presidente del Consorzio Rimini Porto, anche quest’anno organizzatore della Molo – Organizzare tutto questo in così poco tempo è stata prima di tutto una sfida alle leggi della fisica. Mi preme innanzitutto ringraziare l’Amministrazione Comunale, che ha dimostrato una volta di più grande sensibilità verso un importante comparto turistico, troppo spesso demonizzato a sproposito, dimostrando grande lungimiranza. Una scelta coraggiosa e per nulla scontata”.

“Mi preme altresì ringraziare per la scrupolosa attenzione e per l’indispensabile collaborazione – prosegue Paesani –  il Prefetto ed il Questore della Provincia di Rimini, il dottor Achille Zecchini della Divisione Amministrativa della Questura, i Comandi di Guardia di Finanza, Carabinieri e Guardia Costiera, il Comandante della Capitaneria di Porto e quello dei Vigili dei Fuoco, volontari e le decine di persone che con il loro lavoro hanno permesso a Rimini di giocare questa vera e propria Champions League di categoria. Un ringraziamento infine va a tutte le forze politiche che hanno dimostrato di anteporre il bene di Rimini al piccolo consenso dei teorici della conservazione: tutto questo sarà da stimolo per impegnarci a fare sempre meglio”.

6 pescherecci, una motonave e la spiaggia di libera di Piazzale Boscovich hanno ospitato sino dalle 10 di mattina oltre 50 tra dj e performer, in rappresentanza di ogni genere musicale dance: urban, edm, house, techno, revival, electro swing e tanto altro ancora, con il clou rappresentato dai fuochi d’artificio del maestro Antonio Scarpato, che alle 23.30 hanno illuminato la riviera.

La Molo è iniziata sin dalla mattina con Holi, il primo e più importante festival dei colori ed è proseguita tutto il giorno con la musica proposta da Radio Bruno, Coconuts, Wave Music Boat, Baia Imperiale & Samsara, Controsenso & Classic, Gran Caribe e Diabolika On Tour. Tutti uno accanto agli altri, con gli effetti speciali garantiti da 150 metri di ledwall, visual, coriandoli e ovviamente impianti audio all’avanguardia. Il tutto mentre sulle banchine del Molo i pescatori hanno servito i piatti simbolo della cucina locale, il pesce azzurro, in ossequio al fortunato slogan “dj set & sardoncino” che accompagna la Molo sin dalla sua nascita.

Tra i nomi principali in console alla Molo, i dj David Morales, Hector Romero, Joe T Vannelli, Rudeejay e Nicola Zucchi. Ecco i loro pareri, insieme a quelli di Lenny Lorenzi, direttore artistico della Molo per il secondo anno consecutivo.

“È stato un onore e un piacere partecipare alla Molo. Che modo meraviglioso di trascorrere una serata” (David Morales)

“Rimini si conferma una della capitali della musica, sempre bello confrontarsi con il pubblico romagnolo” (Joe T Vannelli)

“Suono da tantissimi anni in Romagna, mai avevo vissuto un’esperienza del genere. È stato fantastico parteciparvi” (Hector Romero)

“Un evento dall’organizzazione impeccabile. Raro trovarne di questo livello in Italia” (Nicola Zucchi)

“È stata la mia settima Molo consecutiva. Ogni volta è un continuo sorprendersi per l’affetto che dimostra il pubblico” (Rudeejay)

“Le scelte musicali della Molo sono state premiate: una proposta articolata, in modo da coinvolgere pubblico di target e gusti molto diversi” (Lenny Lorenzi)

E adesso?

“I frutti di questo nuovo modello di Molo si vedranno il prossimo anno – promette Paesani – quando bugdet adeguati e tempistiche di programmazione certi ci consentiranno di avere sempre più guest di livello mondiale. Personalmente vorrei lanciare una sfida: portare sulle nostre console galleggianti almeno 6 nomi della Top 100 Djs Poll (la top 100 della rivista DJ Mag – ndr). Immagino un evento con guest di primo piano che si esibiscano sin dal mattino, con un format che allunghi il giorno e restringa la notte, e che cercheremo di portare e proporre alle più importanti fiere del turismo, in modo da concepire piattaforme per la vendita di pacchetti turistici in tutta Europa”.

more info: www.molostreetparade.it

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

molo street parade panoramica

Tante le novità che accompagnano l’ottava edizione della Molo Street Parade, in calendario sabato 29 giugno 2019 al Porto di Rimini, dove saranno collocati gli stage musicali, e nella spiaggia libera in Piazzale Boscovich, dove andranno in scena Holi Dance Festival e la one-night Diabolika.

Quest’anno sono sei i pescherecci selezionati per partecipare alla Molo Street Parade: vere e proprie consolle galleggianti dove si esibiranno un’ottantina di dj sia italiani che stranieri, in rappresentanza dei più variegati generi musicali: urban, edm, house, techno, revival, electro swing e tanto altro ancora. Il tutto mentre sulle banchine del Molo i pescatori serviranno i piatti simbolo della cucina locale, il pesce azzurro, in ossequio al fortunato slogan “dj set & sardoncino” che accompagna la Molo sin dalla sua nascita. Tra i dj guest della Molo 2019 David Morales e Hector Romero, massimi alfieri mondiali della House Music, grazie anche e soprattutto alle loro release con l’etichetta discografica Def Mix. Morales, capace di aggiudicarsi nel 1998 i Grammy Awards (gli Oscar della Musica) deve essere considerato tra i primi ad aver assunto il ruolo di superstar della consolle.

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.molostreetparade.it

marco carola @ social music city 2017 webres

Social Music City è come una serie tv pluripremiata, come un film blockbuster di Hollywood, i cui sequel sono sempre migliori delle puntate precedenti. Come altrimenti introdurre il nuovo appuntamento di SMC, che sabato 22 giugno 2019 presenta tre indiscussi top player della console come Marco Carola, Loco Dice e Paco Osuna?

Sin dagli anni novanta Marco Carola (nella foto il suo set al Social nel 2017) ha saputo costruirsi un ruolo fondamentale ed essenziale nell’universo elettronico, capace come pochi altri di trasformare un club e una serata in qualcosa di definitivo. Basti pensare alla sua one-night ibizenca Music On, nata nel 2012 e che quest’anno si è trasferita al Pacha di Ibiza, dove esordisce giovedì 16 maggio, subito dopo il sold out registrato dall’omonimo festival di Amsterdam.

La forza per non dire la potenza di Loco Dice? Le sue radici musicali e il suo background multiculturale. Sono note le sue origini hip hop, così come è unanime il consenso per la sua capacità di aver limato i confini tra house e techno prima di chiunque altro. Il tutto accompagnato da un carisma e da una fisicità unici; una serie di fattori che lo rendono amatissimo in Italia, dove ogni suo ritorno si trasforma sempre in festa.

Coerenza, creatività e costante desiderio di scoprire nuove frontiere sonore hanno reso Paco Osuna uno dei dj e producer più rispettatati al mondo. Basti pensare a Mindshake, la sua piattaforma creata nel 2006 per creare e distribuire musica elettronica non convenzionale, e ai suoi remix per Plastikman, Nicole Moudaber, Matador, Adam Beyer e Seth Troxler: tasselli di un mosaico ogni volta sempre diverso da se stesso.

A seguire, come sempre, canonico aftershow all’Amnesia Milano. In console Paco Osuna e Domenico Scavone.

more info: www.socialmusiccity.it

join spadaronews on facebook: https://www.facebook.com/spadaronews

paul kalkbrenner berlin 28

Social Music City rivela un nuovo, grandissimo special guest dell’edizione 2019, e non potrebbe esserci annuncio più catalizzante: domenica 9 giugno sarà infatti Paul Kalkbrenner l’artista chiamato ad esibirsi sul palco di SMC, dopo l’inaugurazione di martedì 30 aprile con Circoloco, l’appuntamento con Afterlife (domenica 12 maggio) e con elrow (sabato 25 maggio). Paul Kalkbrenner è una figura più che decisiva nel variegato universo della musica elettronica, un vero e proprio prototipo, quasi impossibile da replicare. Domenica 9 giugno 2019 la line up di SMC viene completata da Agents Of Time e Mind Against. A seguire, come sempre, canonico aftershow all’Amnesia Milano.

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info:  www.socialmusiccity.it

UNUM Festival spiaggia mediares

Adriatique, Andrea Fiorito, Butch, Cesar Merveille, Craig Richards, Dewalta, Dyed Soundorom, Enzo Siragusa, Gianni Callipari, Hajdar Berisha, Joey Daniel, Joseph Capriati, Luciano, Mike Shannon, Neverdogs, Petre Inspirescu, Raresh, Ricardo Villalobos, Sonja Moonear, tINI e Tobi Neumann. Sono soltanto alcuni degli artisti che da venerdì 31 maggio a lunedì 3 giugno 2019 si esibiranno ad UNUM Festival nei resort di Rana e Hedhun a San Giovanni di Medua (Shëngjin), in Albania.

UNUM Festival porta per la prima volta il meglio della house e della techno in uno scenario perfetto per un festival all’aperto, dove miscelare musica, spiaggia, mare e tramonti: l’ideale per ispirare sia gli artisti che il pubblico presente. Tre gli stage presenti, in funzione 24 ore al giorno, dove non mancheranno party sia all’alba che al tramonto, senza dimenticare la possibilità di praticare sport, conoscere la cucina locale e dedicarsi alla scoperta del territorio, sia dal punto di vista turistico che culturale.

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.unumfestival.com

Un nuovo spazio suggestivo, con una programmazione musicale di primo piano. Con Rimini Beach Arena un’area di oltre 10mila metri quadrati si presenta come una delle più importanti novità estive italiane, pronta a dare il suo primo contributo all’opera di rigenerazione urbana che sta iniziando a coinvolgere le ex colonie romagnole, nel caso specifico la zona in quel di Miramare dove dal 1932 al 1977 fu operativa la Colonia Bolognese.

La programmazione musicale di Rimini Beach Arena concentra gli eventi dal 20 luglio al 17 agosto, con una line up caratterizzata dai live dei migliori artisti italiani urban e da una serie di dj protagonisti dei più importanti festival di musica elettronica. Concerti e dj set all’insegna della trasversalità, perfetti per un pubblico eterogeneo come quello che frequenta abitualmente la riviera romagnola: un progetto in linea con le più importanti manifestazioni europee, nelle quali si abbatte ogni barriera di genere e soprattutto se ne consente la fruizione di giorno e di sera. Tra gli ospiti in cartellone, Anastasio, Achille Lauro, Afrojack e Steve Aoki.

Foto di Fabio Berti

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.riminibeacharena.it

tale of us @ social music city 2018

Afterlife è un party che dal 2016 ha conquistato Ibiza per poi diffondersi in tutto il mondo, e che ha Milano ha sempre più significato che altrove: domenica 12 maggio 2019 Afterlife torna al Social Music City con la musica di Tale Of Us (nella foto durante la loro esibizione lo scorso anno al Social), Solomun, Stephan Bodzin (live) e Mathame. Una line up di altissimo livello, il modo migliore per proseguire la stagione 2019 di Social Music City, che è iniziata martedì 30 aprile con Circoloco Milano e dopo Afterlife proseguirà con elrow (sabato 25 maggio) e Paul Kalkbrenner (domenica 9 giugno). E dopo ogni Social, come sempre canonico aftershow all’Amnesia Milano.

Foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.socialmusiccity.it

aperyshow 2018 02 credits biagio camiggio

AperyShow annuncia i suoi nuovi super ospiti per l’edizione 2019, in calendario da mercoledì 24 a domenica 28 in Piazza Camerini a Piazzola Sul Brenta, in provincia di Padova: Burak Yeter, Shade e Il Pagante.

Il dj e producer olandese Burak Yeter ha spopolato in tutto il mondo con la hit “Tuesday”, ai vertici delle classifiche in ben 80 nazioni e capace di raggiungere 467 milioni di visualizzazioni su YouTube. Lo scorso anno ha remixato “My Life Is Going On” della cantante spagnola Cecilia Krull, sigla della celeberrima serie tv “La Casa di Carta”. Rapper, attore, doppiatore, freestyler e presentatore, Shade ha partecipato all’ultimo Festival di Sanremo con il brano “Senza Farlo Apposta”, cantato insieme a Federica Carta. Un brano contenuto nell’album “Truman Sanremo Edition”, la nuova versione di “Truman” – uscito in origine il 16 novembre scorso ed entrato nella top 10 degli album più venduti – arricchita da altri 3 inediti. ll Pagante è un trio milanese composto da Roberta Branchini, Federica Napoli e Eddy Veerus; è nato come progetto web, la cui idea originaria era quella di fare sarcasmo su alcuni atteggiamenti della gioventù milanese, dove sono proprio i giovani a parlare di giovani, tra moda, mondanità, vita notturna e scuola. Tantissime le loro hit; l’ultima in ordine cronologico è “Adoro”, che si avvale del featuring di M¥SS KETA, un estratto del loro album “Paninaro 2.0”

Burak Yeter, Shade e Il Pagante arricchiscono e completano la line up di AperyShow 2019 nel migliore dei modi: le loro performance sono in calendario giovedì 25 aprile. Tra gli altri artisti in cartellone, Dj Antoine, Djs From Mars, Ema Stokholma, Joe T Vannelli, Merk & Kremont (mercoledì 24), Cristian Marchi, Le Donatella, Mauro Ferrucci, Saturnino, Tommy Vee, nello stesso giorno di Holi, il festival dei colori (giovedì 25), Andrea Damante, Federico Scavo, Igor S (domenica 28). Venerdì 26 aprile protagoniste le live band, sabato 27 i format. La programmazione completa sul sito ufficiale Aperyshow.com, curato da Webculture, agenzia di comunicazione digital partner ufficiale della manifestazione, scelta per la grande professionalità e perché condivide appieno valori e motivazioni dell’evento.

Tra le novità di quest’anno, l’adesione al progetto “Come A Casa” di Fondazione Telethon, dedicato all’aiuto concreto di bambini con malattie genetiche rare e ai loro genitori, così come si conferma per il secondo anno consecutivo la media partnership con RDS 100% Grandi Successi.

Foto di Biagio Camiggio

more info: https://aperyshow.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews