AMNESIA MILANO

CamelPhat 2018 1200x800

Sempre ospiti di altissimo livello, all’Amnesia Milano. Dopo Davide Squillace (sabato 2 febbraio) e Amelie Lens (sabato 9), sabato 16 arrivano i CamelPhat (nella foto) per l’unica tappa italiana di Blow!, il loro nuovo party in calendario in poche selezionate metropoli europee del clubbing: Londra, Glasgow, Leeds, Manchester, Anversa, Parigi e appunto Milano.

Con Blow! il duo inglese vuole ulteriormente riscoprire la sua anima underground ed esplorare nuove frontiere della house delle techno. Dimensioni sonore che i CamelPhat non hanno mai abbandonato, nonostante il grande successo di una hit come “Cola”, valsa loro una nomination ai Grammy Awards e che li ha accompagnati durante le ultime due estati ad Ibiza, culminate con la vittoria nei Dj Awards sia nel 2017 che nel 2018.

Sabato 16 febbraio 2019 i CamelPhat sono affiancati da Frank Storm, fondatore e dj resident del party Unusual Suspects, protagonista dal 2015 al Sankeys di Ibiza, nonché autore di release su label di livello quali Hot Creations, Get Physical, Decay Records e Celesta Music. Prossima special guest all’Amnesia, Charlotte de Witte (sabato 23 febbraio).

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

 

amelie lens @ amnesia milano a colori credits gabriele canfora per lagarty photo

Tra le artiste annunciate in cartellone nell’epico festival Coachella e remixer per la 200esima release di Drumcode, l’etichetta discografica di Adam Beyer: il 2019 di Amelie Lens, ospite speciale all’Amnesia Milano sabato 9 febbraio, non poteva iniziare meglio.

In pochissimo tempo, Amelie Lens ha saputo imporsi come una delle dj techno più apprezzate al mondo, inanellando performance nei club i nei festival più importanti al mondo. Capace di esprimersi anche con set di otto ore, la Lens è attivissima anche sul fronte discografico, come dimostra la sua label LENSKE, nata lo scorso anno e che ha debuttato con la traccia Risin’ firmata da Farrago, che sabato 9 affianca la dj belga all’Amnesia Milano. Farrago ama definire la sua musica un matrimonio perfetto tra anima e corpo: le sue selezioni elettroniche non trascurano mai la necessaria dose di melodia.

Dopo Amelie Lens, i prossimi special guest di Amnesia Milano sono CamelPhat (sabato 16 febbraio) e Charlotte de Witte (sabato 23 febbraio).

Foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

amnesia banner feb 2019

Sabato 2 febbraio 2019 un autentico professore dell’elettronica sale in cattedra all’Amnesia Milano: Davide Squillace (nella foto). Un titolo maturato sul campo, nelle migliori consolle e nei più importanti festival del pianeta e che lo ha portato ad impartire una masterclass in sound design & music production tips, disponibile on line per chi voglia apprendere i fondamentali della materia. Resident al Circoloco in Ibiza dal 2007, Squillace ha una discografia di altissimo profilo, basti pensare alle sue release per label quali Desolat, Minus, Hot Creations, Cadenza, Ovum e per la sua etichetta This and That.

Sabato 2 febbraio Davide Squillace è affiancato da Richy Ahmed e Stefano Di Miceli. Ahmed arriva all’Amnesia fresco reduce dal suo tour in Australia e in Asia, tra i dj selezionati dal Circoloco per il suo primo tour nel Far East. Per la sua label ha scelto il nome Four Thirty Two, in onore della frequenza 432 Hz, la cosiddetta accordatura aurea, la stessa usata da Mozart e Pink Floyd. Di Miceli è resident all’Amnesia dal 2012; le sue selezioni sono sempre attente a creare la giusta atmosfera, con la rara capacità di intuire quando sia il momento di dare una svolta ai suoi set e alle sue serate.

Sabato 2 febbraio A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Boiler Night. In consolle Liquid (Boiler Night Records), Giuseppe Russo (Boiler Night Records), Triple P Dj & Gianni M (Crazy People), Smoon (Absolute Techno / RSB) e Dario Silva (Karambula Records).

Dopo Davide Squillace, gli altri guest in calendario all’Amnesia Milano sono Amelie Lens (sabato 9), CamelPhat (sabato 16) e Charlotte de Witte (sabato 23)

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

 

davide squillace bn 1200x800

Sabato 2 febbraio 2019 un autentico professore dell’elettronica sale in cattedra all’Amnesia Milano: Davide Squillace (nella foto). Un titolo maturato sul campo, nelle migliori consolle e nei più importanti festival del pianeta e che lo ha portato ad impartire una masterclass in sound design & music production tips, disponibile on line per chi voglia apprendere i fondamentali della materia. Resident al Circoloco in Ibiza dal 2007, Squillace ha una discografia di altissimo profilo, basti pensare alle sue release per label quali Desolat, Minus, Hot Creations, Cadenza, Ovum e per la sua etichetta This and That.

Sabato 2 febbraio Davide Squillace è affiancato da Richy Ahmed e Stefano Di Miceli. Ahmed arriva all’Amnesia fresco reduce dal suo tour in Australia e in Asia, tra i dj selezionati dal Circoloco per il suo primo tour nel Far East. Per la sua label ha scelto il nome Four Thirty Two, in onore della frequenza 432 Hz, la cosiddetta accordatura aurea, la stessa usata da Mozart e Pink Floyd. Di Miceli è resident all’Amnesia dal 2012; le sue selezioni sono sempre attente a creare la giusta atmosfera, con la rara capacità di intuire quando sia il momento di dare una svolta ai suoi set e alle sue serate.

Sabato 2 febbraio A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Boiler Night. In consolle Liquid (Boiler Night Records), Giuseppe Russo (Boiler Night Records), Triple P Dj & Gianni M (Crazy People), Smoon (Absolute Techno / RSB) e Dario Silva (Karambula Records).

Dopo Davide Squillace, gli altri guest in calendario all’Amnesia Milano sono Amelie Lens (sabato 9), CamelPhat (sabato 16) e Charlotte de Witte (sabato 23)

more info: www.amnesiamilano.com

spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

luigi madonna @ social music city 2018

Se si vuole identificare un dj e un produttore italiano che nel 2019 crescerà come pochi altri, non ci si sbaglia se lo si identifica con Luigi Madonna, ospite speciale sabato 26 gennaio 2019 all’Amnesia Milano.

Per Luigi Madonna parlano le sue release per label assolute quali Drumcode (Adam Beyer) e Plus8 (Richie Hawtin), i suoi set nei club più importanti del mondo e in festival di riferimento quali Ultra Music Festival di Miami (stage Resistance), Sonus in Croazia e Social Music City a Milano (nella foto). E subito dopo la sua serata all’Amnesia, è atteso il suo nuovo EP Enfant Terrible per Second State, l’etichetta tedesca dei Pan-Pot, così come il suo calendario prevede un tour in Australia e un set di quattro ore al fabric di Londra, quando sarà nella line up della serata insieme a Peggy Gou.

Sabato 26 gennaio 2019 Luigi Madonna è affiancato da Richey V e Simone Zino, resident di Void, party che collabora con Amnesia Milano per il terzo anno consecutivo, portando sempre con sé quelle atmosfere e sonorità techno a metà tra Berlino e il post-punk.

Foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo

 more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

derrick may webres

Se la techno sta godendo come non mai di ottima salute, significa che le fondamenta poste alle origini dai suoi padri fondatori erano più che solide. Merito di autentici visionari, capaci come pochi artisti nella storia di vedere e sentire prima degli altri quello che ancora non c’era. Merito di leggende viventi come Derrick May, ospite speciale all’Amnesia Milano sabato 19 gennaio 2019, per il primo appuntamento annuale con Big Family.

 Classe 1963, nato a Detroit, Derrick May è stato uno dei primi dj americani capace di imporsi in Europa, dove suona con grande regolarità in poche e determinate location. La sua è una storia nata negli anni ottanta, quando iniziò a meritarsi la definizione di “Miles Davis della Techno”, creando insieme Juan Atkins e Kevin Saunderson il trio delle meraviglie denominato Deep Space Soundworks. Sabato 19 gennaio Derrick May è affiancato da Manuel Parravicini (Big Family resident), i cui set miscelano con naturalezza house, techno e minimal.

Sabato 19 gennaio 2019 A.Lab (Amnesia Milano second room) diventa Game Over. In consolle Marco De Stefano b2b Vise, ATK, Marco Gadda, Trovato e Andrea Giungo.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: https://www.facebook.com/spadaronews

January 2019 AMN - spadaronews-01

Ritmo, spazialità e profondità. Concetti esplorati nella loro essenza già dai filosofi dell’Antica Grecia e che nei tempi moderni si declinano in modalità sempre più variegate; ritualismi ben determinati che sanno esaltarsi nei club in grado di calibrare ogni causa ed ogni effetto. Concetti che l’Amnesia Milano è pronta a ribadire con sempre maggior intensità anche nel 2019, con le sue serate, i suoi dj e i suoi lighting show.

Detflef, Derrick May, Pirupa e Luigi Madonna i guest di gennaio, Davide SquillaceAmelie Lens, CamelPhat e Charlotte de Witte quelli di febbraio. Il 2019 – secondo autorevoli climatologi – sarà l’anno più caldo di sempre. All’Amnesia Milano le temperature iniziano a salire sin dalle prime serate dell’anno, senza indugio alcuno.

foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

amnesia milano dancefloor 2018 1200x800

Ritmo, spazialità e profondità. Concetti esplorati nella loro essenza già dai filosofi dell’Antica Grecia e che nei tempi moderni si declinano in modalità sempre più variegate; ritualismi ben determinati che sanno esaltarsi nei club in grado di calibrare ogni causa ed ogni effetto. Concetti che l’Amnesia Milano è pronta a ribadire con sempre maggior intensità anche nel 2019, con le sue serate, i suoi dj e i suoi lighting show.

Detflef, Derrick May, Pirupa e Luigi Madonna i guest di gennaio, Davide Squillace, Amelie Lens, CamelPhat e Charlotte de Witte quelli di febbraio. Il 2019 – secondo autorevoli climatologi – sarà l’anno più caldo di sempre. All’Amnesia Milano le temperature iniziano a salire sin dalle prime serate dell’anno, senza indugio alcuno.

foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo

SCARICA IL COMUNICATO

press kit, foto, interviste, ulteriori info: info@spadaronews.com

more info: www.amnesiamilano.com

 

solardo @ amnesia milano crediti Lagarty Photo - Gabriele Canfora 900x600

L’Amnesia Milano accoglie il solstizio di inverno con gli ultimi due ospiti del 2018: i Solardo (sabato 22 dicembre) e Ilario Alicante (martedì 25).

In brevissimo tempo, i Solardo (nella foto) sono stati capaci di un’ascesa sia rapida che costante, al punto da riuscire a suonare in festival trasversali e diversissimi tra loro quali Glastonbury, Movement a Detroit e EDC a Las Vegas. Mark Richards & James Eliot aka Solardo sono originari di Manchester, città che come poche altre ha dato così tanto alla storia del clubbing, basti pensare all’Hacienda e a quello che ha rappresentato sin dagli anni ottanta; vincitori dei Best of British di DJ Mag sia nel 2016 (Best Breakthrough DJs) che nel 2017 (Best Duo), sono stati in nomination anche quest’anno con la loro label Solä (categoria Breakthrough Label). Sempre attivi, sempre in movimento, i Solardo hanno appena remixato ‘Drive’ di Black Coffee & David Guetta featuring Delilah Montagu, ad ulteriore conferma della loro trasversalità.

Martedì 25 dicembre all’Amnesia va in scena un grande classico: Ilario Alicante allnightlong, una vera e propria maratona musicale con il dj toscano Alicante protagonista dal primo all’ultimo disco. Un appuntamento che ormai rappresenta un must, il modo migliore per concludere un’annata che ha confermato l’Amnesia Milano un vero e proprio “The Club To Be”, un ritrovo dove esserci a prescindere. E Come per l’Amnesia Milano, anche per Ilario Alicante il 2018 è stato molto positivo; basti pensare alla sua vittoria ai Dj Awards di Ibiza, nella categoria dedicata ai migliori dj techno, così come il video con la sua storia pubblicato sulla pagina Facebook di Rai 2 è diventato subito virale.

Foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo

more info: www.amnesiamilano.com

spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

AndreaOliva_Amnesia Milano_900x600

Sabato 15 dicembre 2018 l’Amnesia Milano ospita uno degli indiscussi re di Ibiza: Andrea Oliva (nella foto di Gabriele Canfora per Lagarty Photo) dal 2013 capace di imporsi sull’isla con il suo party ANTS, in calendario tutti i sabato sera all’Ushuaïa, da dove poi ha spiccato il volo per svolgersi in tutto il mondo, da Londra a New York, da Hong Kong a Dubai e Milano, dove è approdato questa estate al Social Music City. Andrea Oliva è un autentico top player, uno dei pochissimi dj capaci di spostare gli equilibri in un party, in una serata, in un festival; lo dimostrano i suoi set in festival quali Tomorrowland e Kappa Futur Festival, negli Essential Mix di BBC Radio 1 e nelle boiler room; lo dimostrano le sue release per etichette quali Hot Creations, Desolat e Knee Deep. Il suo eclettismo è proverbiale, e la sua serata all’Amnesia Milano non potrà che ribadirlo.

Sabato 15 dicembre Andrea Oliva è affiancato da wAFF e Frank Storm. Autore di remix per Groove Armada, Fur Coat, Hot Since 82 e Mike Gill featuring Robert Owens, l’inglese wAFF si intende a meraviglia con Andrea Oliva, con il quale ha dato vita ad epici back-to-back, spesso e volentieri in quel di Ibiza. Sempre a Ibiza e soprattutto all’Amnesia Milano è di casa Frank Storm; merito della sua techno energica ed elegante allo stesso tempo, che lo ha fatto entrare nel circuito ristretto dei dj che non tradiscono mai la propria missione, ovvero far ballare e far divertire il pubblico presente. Un compito meno semplice di quello che a volte si pensa e si crede.

more info: www.amnesiamilano.com

join spadaronews on facebook: www.facebook.com/spadaronews

 

1 2 3 19